L‘ostello “biodegradabile” nell’oliveto, la casa degli animali da affetto dove con i randagi curati si pratica la pet therapy, il recupero delle case fatiscenti dei primi del ‘900 da trasformare in case temporanee per le famiglie in difficoltà. E’ la Rural Revolution imperniata sul contrasto al consumo del suolo, l’efficientamento energetico, la valorizzazione delle risorse idriche e degli scarti delle lavorazioni, dei saperi tradizionali con ottica innovativa.

I protagonisti di questi progetti di sviluppo locale e rurale nel Mezzogiorno sono un soggetto pubblico (l’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo, ovvero 7 paesi in provincia di Lecce), un’associazione della società civile Leggi su Greenews.info…